« Torna indietro

PRESTAZIONI TERRITORIALI

In questa sezione è possibile conoscere le prestazioni stabilite a livello di contratto provinciale, erogate dalla Cassa Edile.
Assegno Funerario
La Cassa Edile eroga un importo di euro 258,00, più euro 103,00 per ogni familiare a carico del "de cuius", in caso di decesso di lavoratore dipendente, alla data dell'evento, da impresa regolarmente iscritta alla Cassa Edile o che abbia risolto il rapporto di lavoro da meno di sei mesi con impresa allora iscritta alla Cassa Edile, sempre che, in detto periodo, non abbia prestato servizio alle dipendenze di terzi.

Per beneficiare della prestazione, gli aventi diritto, coniuge superstite, genitori o coloro che, in mancanza di questi, hanno sostenuto le spese funerarie, esclusi gli Enti comunque denominati, debbono presentare:

- domanda su apposito modulo, entro sessanta giorni dalla data dell'evento;
- certificato di morte;
- dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà con indicazione del nominativo degli eredi.

L'assegno non viene liquidato qualora sussistano le condizioni per l'erogazione dell'Anzianità Professionale Edile in caso di morte.
Allegati:
 
assegno funerario
SCARICA ALLEGATO
Carenza malattia per eventi inferiori ai 7 giorni
Con decorrenza 1° gennaio 2007 ed a titolo sperimentale, in caso di eventi di malattia riconosciuti dall'INPS, aventi una durata inferiore a 7 giorni, la Cassa Edile corrisponde al lavoratore dipendente da impresa regolarmente iscritta un importo, al netto di ritenuta d'acconto, pari al 70% del trattamento economico giornaliero contrattualmente previsto in caso di malattia per i tre giorni di carenza.
Tale somma viene proporzionalmente ridotta quando l'evento ha una durata inferiore ai tre giorni.
La prestazione viene riconosciuta entro il limite massimo di 5 eventi annui per lavoratore.
Concorso protesi oculistiche
La Cassa Edile dispone attualmente della somma massima annuale di € 15.658 maggiorato di € 1.099 derivanti dalla cessazione concorso spese per cure termali, e quindi per un totale di € 16.757, da erogare ai lavoratori ed ai loro familiari a carico che necessitano di occhiali da vista o di lenti a contatto.
Nell'ambito di detto importo, facendo presente che nessun concorso è concesso per l'acquisto della sola montatura, viene erogato un sussidio fino ad un massimo del 50% della spesa sostenuta, con un tetto di euro 77,00 annui per ogni avente diritto. Il concorso spese viene erogato ai lavoratori che figurano alle dipendenze da imprese regolarmente iscritte alla Cassa Edile alla data della fattura e per i quali, nei dodici mesi precedenti la medesima data, risultino effettuati, anche in più circoscrizioni, accantonamenti per almeno 600 ore lavorative coperte da contribuzione.
A fine esercizio la Cassa Edile eroga il concorso determinato sulla scorta delle richieste pervenute nell'anno ed in relazione alla somma massima disponibile nonché al limite degli euro 77,00 stabilito per ogni avente diritto.

Per beneficiare della prestazione i lavoratori debbono presentare la seguente documentazione:

- richiesta alla Cassa Edile su apposito modulo, entro il 30 novembre successivo all'esercizio di riferimento;
- fattura, in originale, rilasciata dall'ottico o scontrino fiscale con dettaglio della spesa ed indicazione del beneficiario;
- certificato di stato di famiglia (familiari a carico);
- dichiarazione autocertificativa, rilasciata dal lavoratore, del reddito percepito dal famigliare che usufruisce della protesi oculistica.
Allegati:
 
MODULO DI RICHIESTA PER RIMBORSO SPESE
SCARICA ALLEGATO
Concorso spese per protesi e cure odontoiatriche
La Cassa Edile, con effetto dall'esercizio 1° ottobre 2012 - 30 settembre 2013, dispone della somma massima annuale di euro 149.000 maggiorata di un importo pari allo 0,25 % dell'imponibile contributivo, decurtato di € 50.000, da erogare a titolo di concorso spese per interventi curativi di carattere odontoiatrico e per l'applicazione esclusiva di protesi odontoiatriche a lavoratori e/o familiari a carico. Il concorso spese viene erogato ai lavoratori che figurano alle dipendenze di imprese regolarmente iscritte alla data della fattura, ed in regola con i versamenti e con presenza del lavoratore all’atto della fruizione alla Cassa Edile e per i quali, nei 12 mesi precedenti la stessa data, risultano effettuati accantonamenti secondo il seguente schema:
  • - da 800 a 1200 ore: tetto massimo di rimborso per nucleo familiare pari ad € 1.000= annui;
    • - da 1201 a 1400 ore: tetto massimo di rimborso per nucleo familiare pari ad € 1.250= annui;
      • - da 1401 ore: tetto massimo di rimborso per nucleo familiare pari ad € 1.500= annui.
      Sono accolte tutte le fatture aventi data dal 1° ottobre al 30 settembre di ciascun esercizio Cassa Edile, purché presentate, entro e non oltre, il 30 NOVEMBRE successivo all'esercizio di riferimento.
      L'erogazione del concorso avviene in un'unica soluzione, sulla scorta dell'esame a consuntivo delle richieste pervenute, fino ad un massimo del 40% della spesa sostenuta, con un tetto massimo di rimborso a nucleo familiare di € 1.500.
      Nessun concorso viene erogato sulla base di fatture che indichino una spesa per cure e protesi odontoiatriche inferiore ad € 50,00.
      Per beneficiare del concorso, i lavoratori debbono presentare la seguente documentazione:
      • - richiesta alla Cassa Edile su apposito modulo, nei termini di cui sopra;
      • - fattura in originale, rilasciata dal medico professionista;
      • - certificato di stato di famiglia (solo in caso di intervento per familiare a carico);
      • - dichiarazione autocertificativa rilasciata dal lavoratore del reddito percepito dal familiare sottoposto a trattamento odontoiatrico. .
Allegati:
 
MODULO DI RICHIESTA PER RIMBORSO SPESE
SCARICA ALLEGATO
Contributo a lavoratore con famigliari a carico portatori di handicap psichici o fisici
La Cassa Edile dispone attualmente della somma massima annuale di euro 40.000,00 da erogare a favore di lavoratori aventi famigliari conviventi, come rilevabile dallo stato di famiglia, fiscalmente a carico, portatori di handicap con invalidità riconosciuta ed attestata superiore al 74%, compresi i minori che fruiscono dell'apposita indennità con invalidità certificata.
La prestazione, ripetibile anno per anno, è riservata ai lavoratori che risultino in forza ad imprese regolarmente iscritte alla Cassa Edile nell'anno di riferimento e che vantino nei 12 mesi precedenti la data della domanda almeno 600 ore lavorative coperte da contribuzione presso la Cassa Edile di Sondrio.
Le domande devono essere presentate non prima del 1° ottobre e non oltre il 31 dicembre di ogni anno.
L'erogazione del contributo avviene in un'unica soluzione a consuntivo, sulla scorta dell'esame delle domande pervenute, con il limite massimo a lavoratore di euro 1.300,00, al netto della ritenuta d'acconto, fino a concorrenza del tetto massimo annuo di euro 40.000,00.
Per beneficiare del contributo, i lavoratori debbono presentare, nei termini di cui sopra, richiesta alla Cassa Edile, utilizzando l'apposito modulo, corredato dalla documentazione medico-sanitaria e fiscale ivi richiesta.
Allegati:
 
Indennità aggiuntiva in caso di infortunio sul lavoro e malattia professionale superiore a 90 gg
In caso di infortunio sul lavoro e malattia professionale, la Cassa Edile eroga al lavoratore dipendente da impresa regolarmente iscritta, dal 91° giorno di assenza e nei limiti della conservazione obbligatoria del posto, un'indennità aggiuntiva di euro 0,36 al netto di ritenuta d'acconto per ciascuna giornata di calendario e per ogni familiare a carico.
Indumenti da lavoro
Con effetto dall'esercizio 1° ottobre 2006/30 settembre 2007, la titolarità amministrativa e contabile della gestione indumenti è in carico ad ESFE.
A decorrere dal 1° ottobre 2007, ESFE provvede alla fornitura annuale di due completi da lavoro e di due paia di calzature antinfortunistiche ai lavoratori presenti nel settore e dipendenti da imprese iscritte ed in regola con il versamento della contribuzione.
La fornitura viene effettuata a beneficio dei lavoratori che abbiano maturato nell'esercizio di riferimento almeno 600 ore lavorate, anche non continuative, coperte da contribuzione Cassa Edile.
La spedizione è indirizzata direttamente al domicilio dei lavoratori mediante pacco postale. Per usufruire del servizio è necessario che ESFE sia a conoscenza del domicilio e delle taglie e tipologia degli indumenti prescelti dai lavoratori.
Per i lavoratori di nuovo ingresso nel settore, ESFE provvede direttamente, all'atto dell'assunzione, alla consegna di una sacca contenente un completo da lavoro, un paio di calzature antinfortunistiche, un elmetto di sicurezza, un occhiale protettivo ed un paio di guanti da lavoro.
A tal riguardo, al fine di procedere celermente alla consegna degli indumenti, ed in relazione agli obblighi previsti dal disposto del D.Lgs 626/94, le imprese devono trasmettere alla Cassa Edile immediatamente all'atto dell'assunzione tramite fax l'apposito modulo di assunzione dipendente. Ai lavoratori di nuovo ingresso, che nel corso dell'esercizio di riferimento maturino almeno 600 ore lavorative coperte da contribuzione, viene spedita una seconda fornitura comprensiva di un completo da lavoro e di un paio di calzature antinfortunistiche.
Infortuni extra professionali
La Cassa Edile, in caso di morte o di invalidità permanente, nei limiti della somma prestabilita, eroga al lavoratore dipendente da impresa regolarmente iscritta euro 775,00 in caso di morte del lavoratore senza familiari a carico, euro 2.066,00 in caso di morte del lavoratore con familiari a carico, con l'aggiunta di euro 413,00 per ogni familiare a carico, euro 5.165,00 in caso di invalidità permanente totale del lavoratore, graduando la riduzione della medesima in base alle percentuali previste dalle tabelle I.N.A.I.L., vigenti alla data dell'evento.

Per beneficiare della prestazione, gli eredi od il lavoratore debbono presentare:

- domanda alla Cassa Edile sugli appositi moduli;
- certificato medico o di morte a seconda del tipo di evento;
- certificato di stato di famiglia alla data dell'evento;
- dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà di non aver percepito alcun tipo di indennità da terzi a titolo di risarcimento;
- eventuale verbale dei carabinieri o della polizia o qualsiasi altra documentazione che la Cassa Edile riterrà opportuna ai fini della comprovazione della natura e delle circostanze dell'evento.

In caso di eventi particolari, ricompresi nelle c.d. attività pericolose, l'erogazione non viene effettuata.
Allegati:
 
Modulo_per_invalidità
SCARICA ALLEGATO
Modulo_per_morte
SCARICA ALLEGATO
Presenza Cassa Edile Sondrio
La Cassa Edile, limitatamente all’esercizio di Bilancio Cassa Edile 01/10/2012 - 30/09/2013, dispone di una nuova prestazione una tantum denominata “Presenza Cassa Edile Sondrio” con una dotazione economica massima omnicomprensiva di € 250.000= e con tetto massimo individuale pari ad € 168 annuo per singolo fruitore.
L’erogazione per gli aventi diritto avverrà in unica soluzione a disponibilità dei dati di computo rilevabili dalla chiusura dell’esercizio 2012-2013.

Il diritto alla prestazione in favore del lavoratore matura a condizione che il lavoratore stesso al momento dell’erogazione sia dipendente da Impresa regolarmente iscritta alla Cassa Edile di Sondrio e sia stato effettuato in suo favore presso la stessa cassa l’accantonamento per almeno 1.016 ore effettivamente lavorate, comprensive delle ferie e permessi retribuiti, con riferimento al periodo dal 01/04/2013 al 30/09/2013.

La prestazione verrà corrisposta d’ufficio dalla Cassa Edile, senza necessità di preventiva domanda, a seguito dell’accertamento della maturazione dei requisiti regolamentari.
Sussidi straordinari
Compatibilmente alle risultanze di bilancio, nei casi di speciale necessità, in relazione a particolari situazioni di disagio economico, sanitario ecc. del lavoratore o dei suoi familiari, da valutarsi di volta in volta da parte del Comitato di Gestione della Cassa Edile, potrà essere riconosciuta, previa richiesta inoltrata dal lavoratore, corredata della documentazione ritenuta necessaria a comprovare lo stato di necessità, una erogazione straordinaria a discrezione dello stesso Comitato.
Una tantum in caso di infortunio sul lavoro e malattia professionale
In caso di infortunio sul lavoro e malattia professionale riconosciuti dall'I.N.A.I.L., la Cassa Edile eroga al lavoratore dipendente da impresa regolarmente iscritta una somma una tantum di euro 76,00 al netto di ritenuta d'acconto, a titolo di indennità per i primi tre giorni di carenza di infortunio e malattia professionale. Tale somma viene proporzionalmente ridotta quando l'evento ha una durata inferiore ai tre giorni.
CIRCOLARI